FISCO-Evasione: Monti riunisce task force

GIUSTIZIA-Omicidio stradale: nuovo reato allo studio

28 febbraio 2012 Comments (0) Dalla home page

AMBIENTE-Risparmio energetico: da marzo prestiti agevolati

E’ previsto nel mese di marzo il via al “fondo di Kyoto”, che permettera a cittadini e imprese di disporre di 600 milioni di euro per intervenire sulla riduzione delle emissioni inquinanti: infatti, i progetti di intervento tesi alla riduzione delle emissioni di gas serra e degli sprechi di energia potranno essere finanziati, a partire dal mese di marzo, da un fondo di 600 milioni di euro erogato attraverso prestiti di scopo ad un tasso agevolato dello 0,5. Si tratta del fondo presentato a Roma lo scorso 16 febbraio dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini e destinato a imprese, enti pubblici e privati e cittadini.

Questo fondo, in linea con quanto contenuto all’interno del protocollo internazionale di kyoto vuole promuovere “investimenti pubblici e privati per l’efficienza energetica nel settore edilizio e in quello industriale – ha spiegato Clini – diffondere piccoli impianti ad alta efficienza per la produzione di elettricita, calore e freddo; impiegare fonti rinnovabili in impianti di piccola taglia; la gestione sostenibile delle foreste; la promozione di tecnologie innovative nel settore energetico”.

L’erogazione del fondo avverra in tre cicli di programmazione da 200 milioni di euro l’uno. bisogna tenere presente che il fondo di kyoto e un fondo rotativo, questo vuol dire che le somme prima finanziate e poi restituite dai beneficiari vanno a ricostituire l’ammontare di partenza. molti gli interventi che potrebbero essere messi a punto grazie a questo finanziamento: i privati, in particolare, potranno provvedere alla costruzione e installazione di impianti che sfruttano le energie pulite nelle proprie case

Per poter disporre dei finanziamenti sara sufficiente l’invio della domanda di prestiti on line, nell’apposita sezione del sito della cassa depositi e prestiti dove e possibile ottenere tutte le informazioni e la documentazione necessaria. le domande potranno essere inviate a partire dal 16 marzo, ovvero il quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione della circolare Kyoto sulla Gazzetta ufficiale, che dovrebbe avvenire il prossimo primo marzo. il passo successivo sara quello della stipula del contratto di finanziamento presso una delle banche aderenti alla convenzione Abi-Cdp

I finanziamenti erogati possono avere una durata che va dai 3 ai 6 anni, ( estesa a 15 anni per i soggetti pubblici) e la restituzione del finanziamento avverra tramite rate semestrali costanti, con un tasso fisso pari allo 0,50% annuo. La percentuale di agevolazione e pari al 70% per i privati e al 90% per i progetti presentati dai soggetti pubblici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.