BUSINESS-Studi Sace: Indonesia, economia ad alto potenziale

FISCO-Acquisti da espropriazioni forzate: vale il pagato

3 settembre 2012 Comments (0) Approfondimenti

AMBIENTE-Rifiuti: Sistri, scadenza 30.11.12. Cosa cambia

Con decreto del Ministero dell’Ambiente, pubblicato nella G.U. del 23 agosto, vengono modificate e integrate le norme, sia operative che procedurali-amministrative, del D.M. n. 52/2011. Accanto alla conferma ufficiale che il pagamento del contributo annuale deve essere effettuato entro il 30 novembre, si segnala tra le novita che gli enti titolari dell’autorizzazione di impianti pubblici di trattamento di rifiuti possono, in attesa della voltura dell’autorizzazione, delegare l’iscrizione e le procedure a terzi soggetti in possesso dei requisiti soggettivi richiesti dalla legge.

Sono obbligati all’iscrizione al SISTRI i centri di raccolta comunali o intercomunali disciplinati dal decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 8 aprile 2008, localizzati nel territorio della Regione Campania; a detti centri si applicano le disposizioni di cui all’articolo 6, comma 4.

Gli Enti titolari dell’autorizzazione di impianti pubblici di trattamento di rifiuti possono, in attesa della voltura dell’autorizzazione, delegare l’iscrizione e le procedure SISTRI a terzi soggetti in possesso dei requisiti soggettivi richiesti dalla legge per la gestione impianti in conto terzi, ai quali e’ affidata la gestione dell’impianto, dandone comunicazione al SISTRI.

In tali ipotesi l’iscrizione al SISTRI e’ effettuata a nome del soggetto gestore.

Per l’anno 2012 il pagamento del contributo deve essere effettuato entro il 30 novembre.

L’inserimento nel sistema delle informazioni non e’ obbligatorio per le movimentazioni effettuate nel periodo di attesa della consegna dei dispositivi in fase di prima iscrizione e nei sette giorni successivi alla consegna dei dispositivi stessi: in tali ipotesi i soggetti tenuti alla compilazione della Scheda SISTRI-AREA MOVIMENTAZIONE adempiono agli obblighi di cui al presente decreto mediante la conservazione delle copie cartacee di dette schede e compilano, per i soli rifiuti ancora in carico, la Scheda SISTRI-AREA REGISTRO CRONOLOGICO entro quindici giorni dalla consegna dei dispositivi.

La riga della Scheda SISTRI-AREA REGISTRO CRONOLOGICO corrispondente allo scarico effettuato a seguito della presa in carico dei rifiuti da parte del trasportatore, e’ compilata e firmata elettronicamente entro dieci giorni lavorativi dall’effettuazione del trasporto.

Il dato relativo alla quantita’ di rifiuti movimentati deve essere espresso in kg. o, qualora tale informazione non sia disponibile, in metri cubi.

Nel caso di cantieri complessi comportanti l’intervento di diversi soggetti, la durata del cantiere e’ calcolata per ciascuno di essi con riferimento al contratto del quale e’ titolare.

Qualora i rifiuti prodotti presso il domicilio del paziente assistito siano trasportati dal personale sanitario alla sede dell’azienda sanitaria di riferimento, non si effettua la compilazione della scheda SISTRI-AREA MOVIMENTAZIONE.

Le righe della scheda SISTRI-AREA REGISTRO CRONOLOGICO, generate automaticamente dal sistema al momento della comunicazione da parte del trasportatore della presa in carico e della consegna all’impianto di destinazione dei rifiuti, sono firmate elettronicamente entro dieci giorni lavorativi dalla presa in carico e dalla consegna dei rifiuti medesimi.

Le attivita’ di microraccolta, compresi i rifiuti sanitari, possono essere svolte con le seguenti modalita’:

a) prima della movimentazione dei rifiuti, il trasportatore compila la COMUNICAZIONE TRASPORTO PER MICRORACCOLTA che consente di generare la scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE del produttore e la scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE del trasportatore medesimo; il trasportatore firma elettronicamente le schede SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE del produttore e del trasportatore e ne produce due copie per ciascun produttore del giro di microraccolta. Nel caso di raccolta da produttori non obbligati all’iscrizione al SISTRI o destinatari di specifiche procedure semplificate, le schede SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE sono stampate in tre copie. Il trasportatore puo’ stampare altresi’ delle schede in bianco, scaricate dall’area autenticata del portale SISTRI, da consegnare al conducente, da utilizzarsi nel caso di aggiunta di un nuovo produttore nel corso del giro di raccolta;

b) le informazioni della Scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE del trasportatore relative a conducente, targa automezzo, targa dell’eventuale rimorchio e percorso pianificato per il trasporto, possono essere inserite manualmente dal conducente al momento della partenza; le informazioni della scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE del produttore relative a quantita’, volume, opzione peso da verificarsi a destino e numero colli, possono essere inserite manualmente dal conducente al momento della presa in carico dei rifiuti; resta obbligatoria la compilazione da parte del trasportatore di tutti gli altri campi della Scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE del produttore e del trasportatore;

c) qualora, durante il giro di microraccolta, si aggiunga un produttore non previsto per il quale non e’ stata quindi precedentemente generata la Scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE, il conducente, dopo aver effettuato la presa in carico del rifiuto, compila manualmente le copie della scheda in bianco precedentemente stampate, comunicando al delegato dell’impresa di trasporto il numero progressivo indicato nella scheda in bianco compilata e le informazioni ivi riportate; entro il termine indicato alla successiva lettera e), il delegato dell’impresa di trasporto trasferisce a sistema la Scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE richiamando il medesimo numero progressivo;

d) il conducente effettua il trasporto verso l’impianto di destinazione con la copia delle schede compilate, firmate dai produttori. Nel caso di raccolta da produttori non obbligati all’iscrizione al SISTRI o destinatari di specifiche procedure semplificate, una copia della scheda firmata dal conducente e’ lasciata al produttore. L’impianto di destinazione, nell’accettare il carico, firma le schede cartacee con l’indicazione dell’esito e del peso verificato a destino, trattenendone una copia.

e) le informazioni non immesse in precedenza nel sistema devono essere inserite entro 48 ore lavorative dalla chiusura delle operazioni da ciascun soggetto della filiera. Nel caso di raccolta da produttori non obbligati all’iscrizione al SISTRI o destinatari di specifiche procedure semplificate, il gestore dell’impianto di recupero o smaltimento dei rifiuti e’ tenuto a stampare e trasmettere al produttore dei rifiuti la copia della Scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE completa al fine di attestare l’assolvimento degli obblighi di cui al decreto.

Le procedure si applicano anche nel caso di raccolta con lo stesso automezzo, da parte di un unico trasportatore, di rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) depositati presso piu’ centri di raccolta comunali o intercomunali.

Nel caso di trasporto transfrontaliero o intermodale di rifiuti, le informazioni della Scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE relative ai vettori che intervengono nel trasporto, possono essere compilate dal soggetto che organizza il trasporto, il quale, se diverso dal produttore, dal trasportatore o dal destinatario deve essere iscritto al SISTRI quale soggetto parificato all’intermediario.

Gli impianti di recupero o di smaltimento dei rifiuti urbani possono effettuare, al termine di ciascuna giornata lavorativa, un’unica registrazione di carico per ciascuna tipologia di rifiuti conferita da ciascun comune.

Fatto salvo quanto previsto dal presente decreto relativamente ai produttori che non sono tenuti alla compilazione telematica delle Schede SISTRI-AREA REGISTRO CRONOLOGICO e AREA MOVIMENTAZIONE ai quali verra’ comunque inviata dal sistema la comunicazione di accettazione di cui sotto, al fine di attestare il completo assolvimento degli obblighi di cui al presente decreto da parte del produttore dei rifiuti, il SISTRI invia al medesimo, alla casella di posta elettronica attribuitagli automaticamente, la comunicazione di accettazione dei rifiuti da parte dell’impianto di recupero o smaltimento situato nel territorio nazionale.

Ad esclusione dei produttori che non sono tenuti alla compilazione telematica, in caso di mancato ricevimento della predetta comunicazione nei trenta giorni successivi al conferimento dei rifiuti al trasportatore, il produttore dei rifiuti, ai fini del completo assolvimento degli obblighi di cui al presente decreto, e’ tenuto a dare immediata comunicazione di detta circostanza al SISTRI e alla Provincia territorialmente competente.

Il gestore dell’impianto di recupero o smaltimento dei rifiuti e’ tenuto a stampare e trasmettere al produttore dei rifiuti la copia della Scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE completa.

I produttori adempiono all’obbligo della tenuta del registro di carico e scarico attraverso la conservazione, in ordine cronologico, delle copie della Scheda SISTRI – AREA MOVIMENTAZIONE relative ai rifiuti prodotti..

I soggetti interessati possono richiedere un numero di dispositivi USB aggiuntivi rispetto a quelli inizialmente assegnati entro i limiti massimi indicati nelle tabelle che seguono.

E’, comunque, possibile prevedere eccezionalmente l’accoglimento della richiesta di un numero maggiore di dispositivi, oltre i limiti stabiliti, previa presentazione ed accettazione dei motivi alla base della richiesta e nei limiti della disponibilita’ tecnologica.

L’entita’ del contributo per ogni dispositivo USB aggiuntivo richiesto e’ stabilito in EUR 100,00 da versare in una unica soluzione all’atto della richiesta.

Imprese ed enti (addetti per unita’ locale):

fino a 20 addetti per unita’ locale numero massimo dispositivi 2;

da 21 a 50 addetti per unita’ locale numero massimo dispositivi 4;

da 51 a 250 addetti per unita’ locale numero massimo dispositivi 6;

da 251 a 500 addetti per unita’ locale numero massimo dispositivi 8;

oltre 500 addetti per unita’ locale numero massimo dispositivi 10.

Enti e comuni Regione Campania:

inferiori a 20.000 abitanti numero massimo dispositivi 2;

da 20.000 a 50.000 abitanti numero massimo dispositivi 4;

da 50.000 a 100.000 abitanti numero massimo dispositivi 6;

superiori a 100.000 abitanti numero massimo dispositivi 10.

Attivita’ di trasporto rifiuti urbani:

Regione Campania o iscrizione volontaria (art. 212, comma 5, d.lgs. n. 152/2006):

Classe iscrizione Albo:

inferiore a 20.000 abitanti numero massimo dispositivi 2;

inferiore a 50.000 abitanti e sup. o uguale a 20.000 numero massimo dispositivi 4;

inferiore a 100.000 abitanti e sup. o uguale a 50.000 numero massimo dispositivi 6;

inferiore a 500.000 abitanti e sup. o uguale a 100.000 numero massimo dispositivi 10;

superiore o uguale a 500.000 abitanti numero massimo dispositivi 10.

Attivita’ di trasporto rifiuti speciali (art. 212, comma 5, d.lgs. n. 152/2006):

Classe iscrizione Albo quantita’ autorizzata:

inferiore a 6.000 tonn. numero massimo dispositivi 2;

superiore o uguale a 6.000 tonn. e inferiore a 15.000 tonn. numero massimo dispositivi 4;

superiore o uguale a 15.000 tonn. e inferiore a 60.000 tonn. numero massimo dispositivi 6;

superiore o uguale a 60.000 tonn. e inferiore a 200.000 tonn. numero massimo dispositivi 10;

oltre a 200.000 tonn. numero massimo dispositivi 10..

La riga dell’AREA REGISTRO CRONOLOGICO relativo alla movimentazione dei rifiuti e’ compilata e firmata elettronicamente entro i successivi dieci giorni lavorativi dalla movimentazione.

( Fonte: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Decreto 25/5/2012, n. 141, GU n. 196 del 23/8/2012)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.