AGRICOLTURA – Agriturist: ora serve piano turismo rurale

AGRICOLTURA – Dgsl marchi vini: urgente completare testo

15 marzo 2010 Comments (0) Dalla home page

AMBIENTE – Salute: entro il 2020 liberi dagli inquinamenti

Bambini “liberi dal fumo entro il 2015” ma non solo: entro il 2020 ogni bambino dovra avere la possibilita di accedere ad ambienti salubri e sicuri e a luoghi della vita quotidiana nei quali possano andare a scuola a piedi e in bicicletta nonche ad acqua e a servizi igienico-sanitari sicuri in casa, nei nidi, negli asili, nelle scuole e nelle piscine.
Almeno nei 53 stati della Regione Euro dell’Organizzazione mondiale della sanita che hanno approvato un piano decennale che mette i bambini al centro delle iniziative per contrastare gli impatti del cambiamento climatico sulla salute e sull’ambiente. E quanto prevede la “Dichiarazione di Parma” sottoscritta venerdi 12 marzo nella citta emiliana e firmata, per conto dei 53 Paesi, dai ministri dell’Ambiente e della Salute italiani, Stefania Prestigiacomo e Ferruccio Fazio, e dal direttore regionale, ufficio regionale europeo Oms, Zsuzsanna Jakab. L’importanza del documento risiede in particolare nel fatto che, per la prima volta, vengono fissate precise scadenze per il raggiungimento di tali obiettivi.

Il piano decennale, approvato al termine della V Conferenza Paneuropea ambiente e salute, indica 13 punti di impegno politico in materia di impatti del cambiamento climatico sulla salute e sull’ambiente; rischi per la salute dei bambini per colpa di ambienti scadenti; promozione delle azioni locali e reti strategiche per integrare questioni sanitarie e ambientali. Le esigenze dei bambini, stabilisce la Dichiarazione, verranno integrate nella pianificazione e nella progettazione delle abitazioni, dei piani di mobilita e delle infrastrutture dei trasporti. Per il ministro Prestigiacomo si tratta di “un passo importante per unire gli sforzi a livello locale, nazionale e internazionale e tali obiettivi possono anche funzionare da traino per stimolare l’innovazione e la competitivita: la sfida piu grande ora e far fronte ai problemi di salute e ambiente attraverso politiche socio-economiche”.

Il ministro Prestigiacomo ha annunciato che comincera subito il lavoro sul piano europeo assumendo ” niziative in Italia per portare all’attenzione del Parlamento gli impegni assunti a Parma”. Una nota particolare il ministro l’ha dedicata all’Expo 2015, dove il legame ambiente e salute sara il filo conduttore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.