CRISI – Imprese: Istat, sale a luglio la fiducia

CRISI – Produzione industriale: Csc, a luglio cresce dello...

29 luglio 2013 Comments (0) News

AGRICOLTURA – Mezzi meccanici: bando per l’innovazione. Scadenza 20 settembre

E’ in dirittura d’arrivo il programma disperimentazione di mezzi meccanici innovativi promosso dall’Ente Nazionale per la Meccanizzazione Agricola (Enama), in accordo con il Ministero delle Politiche Agricole. Per accedere ai contributi, le imprese devono progettare e realizzare soluzioni tecniche mai immesse sul mercato. Il 16 settembre il termine ultimo per l’invio dei progetti tramite raccomandata A/R

L’obiettivo del bando e incentivare le aziende a progettare e realizzare soluzioni tecnico-costruttive, anche nel comparto della componentistica, mai immesse sul mercato. Innovazioni – si legge nella nota dell’Enama – studiate per dare una risposta concreta a bisogni e problemi incontrati dagli operatori della filiera agricola nella loro attivita quotidiana. I settori interessati sono quelli relativi alla progettazione di macchine e attrezzature per la gestione delle risorse idriche; per la meccanizzazione delle zone disagiate; per il miglioramento dei livelli di sicurezza degli operatori, dell’ambiente e delle produzioni agricole; per il miglioramento del benessere animale; per lo sviluppo di sistemi elettronici per i mezzi e per le applicazioni agricole; nonche allo sviluppo di macchine e impianti per la produzione e per l’uso di combustibili alternativi per le macchine stesse, e per la produzione di energia. Ma il bando e anche finalizzato ad attivare sinergie tra le aziende agro-meccaniche e il mondo delle ricerca.

enama-meccanizzazione-agricola-logo-sitoPer questo – continua la nota – si prevede che le imprese interessate a partecipare al progetto collaborino con almeno una istituzione pubblica della ricerca. I Progetti devono essere inviati tramite raccomandata A/R presso la sede dell’Enama, in via Venafro 5, 00159 Roma. L’ammissione ai contributi e subordinata alla valutazione dei progetti da parte di una commissione composta da tre rappresentanti del settore agro-meccanico nazionale, due dei quali nominati dal Cra-Ing (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura), e da un rappresentante dell’ufficio legale Enama. La commissione, il cui giudizio deve comunque essere ratificato dal consiglio direttivo dell’Ente, e chiamata a valutare sia la congruita dei contenuti tecnici rispetto al bando sia la capacita del proponente di portare a conclusione il progetto stesso attraverso la realizzazione di un prototipo funzionante. Al Cra-Ing, inoltre, e affidata l’attivita di verifica finale tecnico-scientifica dei progetti ammessi al contributo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.