INNOVAZIONE-Lombardia: bando mpmi, c’è tempo fino al 25 marzo

SICILIA-Menfi: Inycon, il vino siciliano di qualità presentato al...

19 marzo 2015 Comments Off on PMI-Feditalimprese Piemonte: rinnovato il consiglio regionale e presto la nuova sede News

PMI-Feditalimprese Piemonte: rinnovato il consiglio regionale e presto la nuova sede

Lo scorso lunedì 16 marzo è stato rinnovato il consiglio regionale di Feditalimprese Piemonte. A guidare l’organizzazione sindacale nella Regione sarà il Francesco D’Alessandro: 42 anni, laureato in Economia e Master MBA. Docente di Marketing, imprenditore e Business angel con una lunga serie di imprese di successo alle spalle.

Francesco D’Alessandro

Francesco D’Alessandro

Da sempre impegnato nella consulenza a fianco delle imprese nei vari settori, del Commercio, dell’Artigianato, dell’Agricoltura, della Pesca, del Turismo, dei Servizi e delle professioni per agevolarle in modo concreto e stimolare la cooperazione e le nuove opportunità di business.

Al suo fianco una nutrita schiera di professionisti:  Vincenzo Arena, medico chirurgo con specializzazione in medicina nucleare imprenditore e direttore sanitario IRMET – vice segretario regionale. All’area Comunicazione&Marketing, Antonino Domenico Alesci, all’Amministrazione e Consulenza strategica finanziaria Fabio D’Alessandro. Consulenza e Patronato affidata a Elena Leonardo, Responsabile per le sedi provinciali e locali: Ing. Rocco Cuzzilla.

Inoltre sarà inaugurata venerdì 24 aprile alle ore 17.00 la nuova sede di Feditalimprese a Torino in via Vincenzo Lanza 8. L’associazione ha come finalità oltre alla rappresentanza ed alla tutela delle Pmi, quella di assicurare un’assistenza completa all’impresa nei diversi ambiti: igiene e sicurezza su lavoro, formazione, marketing e pubblicità, oltre che offrire supporto consulenziale completo per la crescita: servizi di assicurazione, e di consulenza legale e fiscale attraverso professionisti qualificati e attraverso il proprio Patronato.

Feditalimprese nasce senza legarsi ad alcun movimento politico nè a lobby di interessi.Il suo unico interesse sono le aziende e gli imprenditori del territorio – spiega D’Alessandro – Vogliamo un’Associazione di imprenditori che guardi oltre i problemi e la crisi, che faccia sistema e link tra gli imprenditori stessi mettendoli in contatto tra loro per creare sinergie, partnership e convenzioni, gruppi di acquisto e nuove società. Un’Associazione che formi e informi gli imrpenditori.”

Feditalimprese per i propri associate mette a disposizione una serie di servizi gratuiti o a costo convenzionato in grado di incrementare lo sviluppo imprenditoriale e professionale degli associati. Alcuni dei servizi sono lo sportello CAF, patronato, consulenza legale, consulenza fiscale, consulenza assicurativa, su formazione aziendale, su adempimenti sanitari, ecc. E’ inoltre possibile entrare nella rete imprese stipulando convenzioni  riservate a tutti i soci della Confederazione e usufruire di convenzioni nazionali già stipulate dalla Confederazione con enti e società di vario genere (assicurazioni, istituti di credito, finanziarie, confidi).

Numerosi i servizi di marketing offerti gratuitamente con l’intento di incrementare le occasioni di business degli associati: il portale IMPRESE IN VETRINA ad esempio mette a disposizione di tutti gli associati una vetrina virtuale per promuovere la propria attività e i propri prodotti (http://www.impreseinvetrina.it).

“Auspichiamo che la nuova sede torinese diventi un punto di riferimento per l’imprenditoria locale – afferma D’Alessandro – Crediamo che lo sportello possa diventare uno strumento strategico in grado di dare impulso alla crescita economica delle piccole e media imprese presenti sul territorio e di conseguenza avere degli effetti positivi anche per la ripresa dell’economia locale. Inoltre con questa iniziativa vogliamo creare un collegamento diretto fra le imprese e i clienti, ma anche con le istituzioni. Vogliamo contribuire a creare imprese nuove, trasformare una semplice idea in un progetto concreto, creare imprenditori, motivarli, insegnargli tecniche finanziarie, di vendita e comunicazione, grazie a specifici programmi di supporto, di formazione, agevolazioni ed iniziative mirate ad incoraggiare l’iniziativa imprenditoriale. Incoraggiamo le idee e le mettiamo in contatto con le fonti di finanziamento. Interveniamo infine con proposte concrete al Governo come quella della riduzione di due punti percentuali dell’imposizione fiscale e l’esonero dal pagamento degli acconti per il primo annper le imprese neo-costituite. Ancora agevolazioni per le assunzioni e de-burocratizzazione”.

Comments are closed.