REGIONI – Lazio: la Befana porterà i saldi invernali

MADE IN ITALY –Tessile:danno immagine da pubblicità Alitalia

14 dicembre 2010 Comments (0) Dalla home page

PMI – Panificazione: stesso lavoro, regimi fiscali diversi

L’attivita di panificazione e stata liberalizzata consentendo a chiunque sia in possesso dei requisiti strutturali e igienico-sanitari di esercitarla e con il decreto del Ministero dell’Economia del 5 agosto 2010, l’attivita di produzione di prodotti di panetteria freschi e stata inserita nell’elenco delle attivita produttive di reddito agrario con un elenco di beni che, se ottenuti nell’ambito della attivita di manipolazione e trasformazione di prodotti agricoli ottenuti prevalentemente dal fondo o dall’allevamento, rientrano nella tariffa catastale, con la conseguenza che il maggior reddito derivante dalla lavorazione dei prodotti agricoli non e soggetto ad alcuna tassazione. Lo ha ricordato il deputato leghista Marco Reguzzoni con un’interrogazione rivolta al ministro dell’Economia, Giulio Tremonti per sapere se “intenda intervenire per ripristinare le regole della libera concorrenza nel settore della panificazione, assoggettando i produttori di pane fresco al medesimo regime fiscale e ad univoche norme igienico-sanitarie, ambientali e di sicurezza, indipendentemente dalla natura del soggetto che la intraprende”.

Infatti, l’attivita di panificazione e un’attivita di trasformazione secondaria in quanto si esercita a partire non dal grano, ma dalla farina e soltanto la produzione di quest’ultima puo essere considerata quale prodotto di prima trasformazione e, come tale, rientrante nell’attivita primaria di trasformazione dei prodotti agricoli: l’inclusione tra le attivita produttive di reddito agrario configura una disparita di trattamento fiscale tra operatori che dovrebbero essere assoggettati alle stesse normative. Lo stesso tipo di attivita produttiva, infatti, verrebbe sottoposta a regimi fiscali diversi se praticata da un imprenditore artigiano oppure se esercitata da un imprenditore agricolo, con evidente distorsione delle garanzie costituzionali e della libera concorrenza. (La liberalizzazione dell’attivita di panificazione e prevista dall’articolo 4 del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>