2

BUSINESS-Sace presenta RESTART: la sfida possibile di un’Italia più...

BodyPart (80)

World Communication Forum: a Roma dal 3 al 5...

28 maggio 2015 Commenti disabilitati Approfondimenti

EXPO-“The Extraordinary Italian Taste”, il marchio dell’agroalimentare italiano promosso dai Ministeri delle Politiche agricole e dello Sviluppo economico

dettaglio
Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e quello dello Sviluppo Economico hanno lanciato un marchio unitario che certifica i prodotti agroalimentari italiani di qualità distribuiti all’estero. Il logo riporta le parole“The Extraordinary Italian Taste” sullo sfondo di un tricolore italiano con tre onde che richiamano il concetto di crescita e di sviluppo. L’intero progetto è stato presentato oggi al Teatro della Biodiversità di Expo Milano 2015, collocato all’interno del Biodiversity Park gestito da Bologna Fiere. All’evento sono intervenuti Maurizio Martina(Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali con delega ad  Expo Milano 2015), Carlo Calenda (Vice Ministro dello Sviluppo Economico) e Riccardo Monti (Presidente dell’ICE – Istituto per il Commercio Estero).
Una strategia unica per l’agroalimentare italiano
Questa volta l’Italia fa sul serio nella promozione del suo agroalimentare: “Il marchio promosso da Mipaaf e Mise è parte di un’unica grande strategia del Governo Italiano per promuovere l’export agroalimentare –  ha dichiarato Maurizio Martina – per la prima volta abbiamo superato le divisioni, unito le competenze e messo a disposizione le risorse: dei 260 milioni stanziati dal Governo per il sostegno all’export, 72 sono per l’agroalimentare, una cifra che è 11 volte maggiore di quella messa disposizione nei passati interventi”. Un impegno economico mirato a centrare l’obiettivo “Quota 50 miliardi” e cioè portare l’export agroalimentare italiano a 50 miliardi annui entro il 2020.
Obiettivo: i supermercati americani
Trovare le risorse è stato il primo passo, poi è partito il lavoro di costruzione del marchio: “Se all’estero i consumatori si rivolgono alle imitazioni del cibo italiano è perché nei negozi non trovano l’originale – ha spiegato Carlo Calenda – il nostro obiettivo è quindi far atterrare i prodotti alimentari italiani sugli scaffali dei supermercati stranieri, a partire da quelli di Canada, USA e Giappone”. Grazie al marchio di Mipaaf e MISE, i prodotti italiani saranno immediatamente riconoscibili rispetto alle imitazioni. Allo stesso tempo i Ministeri promuoveranno campagne di comunicazione sui media stranieri e lavoreranno con le associazioni di categoria per mettere in comunicazione il mondo imprenditoriale italiano con i buyers delle grandi catene d’oltreoceano.
Professionalità e obiettivi concreti
La nuova strategia del Governo Italiano per promuovere l’agroalimentare è una vera e propria svolta. “Per la prima volta ci si è mossi efficacemente come un’azienda privata, assumendo le competenze giuste per raggiungere obiettivi concreti – ha dichiarato Riccardo Monti – ci si è concentrati sui mercati più interessanti e li si è studiati in modo analitico”. Il nuovo marchio debutterà a giugno alla FMI Connect, la grande fiera dell’alimentare di Chicago, dove saranno presenti 60 aziende italiane, che trattano sia prodotti di largo consumo che specialità tipiche.

Comments are closed.